come-leccare-la-vagina-guida
Blog

Come leccare la vagina? Segreti per farla venire

Come leccare la vagina a una donna e farla venire? Molti pensano che basti strusciarsi sulla figa o leccarla e toccarla un po’. Ma il vostro punto focale dovrebbe essere il clitoride.

Sì, la figa ha poco a che fare con l’eccitamento completo di una donna. Potreste pensare di eseguire quella magia con il cazzo, ma in realtà state solo stimolando i nervi che si legano al clitoride. Perché ha bisogno di quella stimolazione in più per venire. Certo, con il cazzo dentro ci si sente bene, ma la ciliegina sulla torta è l’orgasmo. Se volete che alla vostra donna venga dovete lavoravi il clitoride, un modo per far godere alla vostra donna è lo “squirting” masturbazione femminile estremo.

Potreste pensare che sia una sciocchezza, e che alla vostra donna venga sempre quando la scopate. Può anche darsi, forse è una delle pochissime che hanno bisogno di poca o nessuna stimolazione sul clitoride per far venire orgasmo. Ci sono donne là fuori che potrebbero venire solo giocando con le loro tette. Ho incontrato una coppia lesbo che arrivava fin lì semplicemente passando il tempo ad accarezzarsi le tette, succhiando e giocando con i loro capezzoli. Ma quel tipo di donna è molto rara. Se la vostra donna dice che la fate venire quando la scopate, è davvero insolita o vi sta semplicemente mentendo. Non fraintendetemi, ma poche sono le occasioni in cui una donna abbia sborrato solo grazie al cazzo. Accettatelo e andiamo avanti.

Quindi, siete ancora con me? La mia sfida, ai vostri presupposti non vi ha spaventato? Allora forse volete davvero far godere a pieno la vostra donna con una leccata di figa.

Immagino che non siano solo uomini che leggono questo articolo ma ci sono anche delle donne  che desiderano dei consigli su come esibirsi in forma orale con il loro partner. Benvenute! Mi scuso in anticipo se quello che scriverò sarà più orientato verso gli uomini, ma di solito le donne sono le migliori, perché sanno cosa va bene per loro senza farsi troppi problemi. Gli uomini non hanno questo vantaggio, quindi hanno bisogno di più aiuto. Ma ci saranno sicuramente informazioni qui, che potrete usare.

Come Leccare La Figa?

Cominciamo con la parte più importante, il dare piacere alla propria partner. Si tratta di essere in grado di leggere i segni. Dovete imparare a capire il cambiamento di respirazione di lei, come i suoi muscoli si contraggono, come muove la testa, cosa stanno facendo le sue mani, cosa sta dicendo o non sta dicendo. Se i suoi piedi si muovono ritmicamente sulla schiena ”può darsi” che si avvicini a un orgasmo.

Dovete prestare attenzione. A volte questi cambiamenti possono essere impercettibili. Molte donne sono molto timide, nel dire al proprio partner cosa devono fare, e cosa le fa sentire bene. Forse pensano che sia prepotente o egoistico. Discutete con la vostra partner prima di iniziare. Ditele che state cercando di imparare a fare un lavoro migliore per farla venire. Lo apprezzerà. Potrebbe volerci un po’ di tempo per imparare a comunicare i suoi bisogni e alcune donne non lo faranno mai. Ma siate pazienti e ascoltate ciò che vi dirà. Le donne possono essere discrete nella camera da letto come lo sono fuori. A volte dobbiamo leggere tra le righe per sapere cosa vogliono veramente.

Il secondo fattore più importante è la velocità. Vi piace quando la vostra  donna si mette il vostro cazzo in bocca e ci da dentro senza fermarsi, la testa che ondeggia su e giù come se fosse presa da un raptus ?  Però a tanti piace quel pompino lento e seducente, in cui, lei ti guarda dritto negli occhi, mentre fa scivolare la sua bocca sul vostro membro, mentre inizia a divorarselo piano piano.. Leccando sensualmente, giocando con la lingua sulla cappella prima di deglutirla lentamente. Poi lei .. Oh aspettate, non stavo trattando di pompini. Ma ci sono delle somiglianze. Prestate attenzioni alle sue reazioni.  Andate lenti! La seduzione fa parte del processo.

Detto questo, sicuramente ci sono momenti in cui entrate e lo fate. Proprio come ci sono momenti in cui siete entrambi così eccitati, che non vi serve spogliarvi, basta tirare fuori il cazzo, e scopiate che è una meraviglia. Cinque minuti dopo è finita e vi sentite entrambi bene. Stessa cosa anche qui, se siete stati ad un appuntamento e avete flirtato tutta la notte, baciando e giocando fino ad eccitarla, lei potrebbe desiderare solo che tu scenda laggiù e la faccia venire. Ma si tratta di leggere i segni. Il più delle volte, apprezzerà il fatto che voi le abbiate dedicato del tempo.

Quindi supponiamo che voi siete in camera da letto o dovunque sia il posto preferito per fare gli sporcaccioni. Cosa fate? Come iniziate? Si inizia dall’alto, letteralmente. Deve essere elaborato. Non succede mai niente di buono a secco. Iniziate con il bacio. Baciandola passionalmente.

 Mettete la vostra anima nel bacio che date. Troppi uomini e donne non pensano a cosa stanno facendo quando si baciano. State comunicando. Il bacio sulla guancia al mattino? Il rapido bacio mentre uscite dalla porta? Il lungo bacio persistente prima di una partenza che vi separerà a lungo? Che sta a significare  “Mi mancherai e non vedo l’ora che tu torni?” Ognuno di questi momenti è una comunicazione di emozioni, pensieri di quel momento. Se la vostra intenzione è fare faville con la bocca, iniziate con il bacio. Fatele sapere le vostre intenzioni da come la bacerete. È la prefigurazione definitiva di ciò che accadrà.

Fin dall’inizio, fatele sapere che avete in serbo una sorpresa per lei. Prendetela tra le vostre braccia e abbracciatela, corpo e anima. Se state dando meno del 100%, non preoccupatevi. Suppongo che voi vogliate farlo come si deve, se no non sareste qui a leggere certe cose. Ci sono alcuni uomini a cui non interessa, dare piacere orale alla propria partner, ma loro non sono il mio pubblico di riferimento. Quindi li ignorerò. Allo stesso modo ci possono essere alcune donne che non amano davvero ricevere il piacere orale. Tuttavia, molte donne affermano di non aver mai avuto un partner che l’ha mai fatto bene come si deve. Il sesso è quello che fa più per loro. Se la vostra partner vi dirà che non le piace orale, parlate con lei al riguardo.

Quale parte non le piace? Le sembra sporco? È preoccupata per la sua igiene? È nervosa per voi che vi avvicinate alla sua figa? Parlatene. Provate a trovare dei modi per alleviare la sua ansia. A volte un paio di bevande alcoliche la disinibiranno. Non intendo farla ubriacare, ma portarla ad un livello tale, da rilassarla e toglierle qualche inibizione nel provarlo. Ogni donna è diversa, quindi se ha dei problemi che la affliggono, sta a voi trovare una soluzione insieme. Li non posso proprio aiutarvi.

Supponendo che la vostra partner sia aperta all’idea (o più probabilmente vi abbia supplicato di farlo), possiamo iniziare. Assicuratevi di avere un sacco di tempo. Questo non può essere fatto in modo affrettato. I migliori orgasmi provengono da una costruzione lenta. Potrebbe passare mezz’ora prima ancora di toccarle la figa. Vi prometto che, se lo farete, a quel punto lei desidererà ardentemente la vostra lingua. Se alla vostra partner piace il romanticismo, accendete un paio di candele, mettete un po’ di musica d’atmosfera. Non ci deve essere nessuna interruzione, nessuna scusa, nessuna fretta.

Quindi siete in camera da letto e avete tolto i suoi vestiti. È ora di saltare e iniziare a leccare quella figa come se fosse un ghiacciolo alla fragola. Totalmente sbagliato! Dovete lavorare ancora, prima di arrivare lì. Se la vostra partner non soffre il solletico, massaggiatele i piedi, baciate le dita. Se le piace davvero giocare con i piedi, potete anche succhiarli. Trattate tutto il suo corpo come un ricettacolo per la vostra attenzione. Appoggiate il piede sulla spalla e accarezzate i polpacci. Mandate le mani su e giù per le gambe, baciandole e avvicinandovi mentre lo fate. Appoggiate le gambe sul letto e divaricatele. Guardatela negli occhi mentre lo fate. Comunicate il desiderio che provate per lei. È incredibile la differenza che farà.

Quando iniziate a chinarvi, strofinate il viso lungo la parte interna della sua coscia. Baciatela dolcemente lì, solo baci morbidi e lenti. Ancora una volta, se ha il solletico, potrebbe essere necessario saltare questa fase e andare avanti. La maggior parte delle donne perde una parte della sua sensibilità al solletico una volta che si eccitano, quindi se vi prendete il vostro tempo per arrivare qui, potrebbe ancora godersela. Provateci.

Continuate a baciare mentre vi avvicinate al suo punto più sensibile la fica. Fermatevi alla piega della sua gamba e baciate e leccate lì. Giocate con la lingua in quella piega nello stesso modo in cui pensate di giocarci quando arriverete alla sua figa. Trascorrete un po’ di tempo con leccata di figa e poi spostate lentamente la bocca verso il suo punto bagnato. Quando sarete circa ad un centimetro di distanza, prendetevi il vostro tempo ovviamente, muovetevi come se voleste metterle la bocca addosso, ma saltate dall’altra parte. Espirate delicatamente mentre attraversate in modo che possa sentire il respiro sulla sua pelle. Fate quello che avete appena fatto, ma al contrario. Iniziate a baciarla sulla piega mentre le vostre mani le accarezzano la coscia, continuando fino al ginocchio, sfregandovi di tanto in tanto la guancia contro di lei mentre procedete. Mischiate: il bacio, la leccata di figa, e la carezza.

Dopo aver fatto l’intero viaggio su e giù, ricominciate ad avvicinarvi lentamente al suo tumulo. Questa volta invece di attraversare, esitate sul suo punto debole e abbassate il viso in modo che il naso sfiori le labbra della figa. Lasciatelo scivolare su e giù, stuzzicandola leggermente. Ancora una volta, soffiate delicatamente mentre lo fate. Se si sta bagnando, questo potrebbe farla rabbrividire. NOTA: non soffiate mai aria dentro di lei. Questo raramente può causare problemi, ma è meglio non farlo.

Spostate il naso in modo che passi sopra il clitoride. Se non è ancora completamente eccitata, potreste avere difficoltà a sapere esattamente dove si trova. Quindi basta sfregare nell’area interna della figa, e andrà bene. Ora che la vostra bocca è sulle labbra della sua figa, baciatela delicatamente e dolcemente, più stuzzicando del pieno contatto. Fatele sapere che apprezzate la sua figa e che la tratterete con riverenza. A questo punto, potrebbe spingersi verso di voi o usare le mani per tirarvi giù dentro di lei. Se è così, basta girare la testa e baciarle le cosce. Voi controllate il ritmo.

Potete anche usare la mano, tenendo le dita unite, facendo un movimento circolare, strofinate la sua figa. Muovetevi da un lato all’altro con una pressione sufficiente per far sfregare le labbra della figa l‘una contro l’altra. Alternate il bacio e lo sfregamento. Prestate attenzione al suo linguaggio del corpo ora. Sta iniziando a muoversi un po’ ? Il suo respiro sta cambiando? Vi sta dicendo qualcosa? Se ve la state giocando in modo appropriato, noterete qualcosa. Lei vorrà di più. Fatela aspettare, ma non troppo a lungo. Potete baciare, sfregare e leccare la figa per un paio di minuti, ma poi sarà tempo di diventare più seri con il vostro lavoro.

Mentre leccate la figa, lasciate che un dito si separi e scivoli tra le labbra, non profondamente, ma sicuramente tra di loro. Solo la punta del dito dovrebbe accarezzarla, per un paio di volte prima di raddrizzarla, strofinarla e baciarla ancora. Ripetete alcune volte, alternando lo sfregamento, facendo scorrere il dito tra le labbra e baciando. I suoi succhi dovrebbero fluire bene ora. A questo punto, una delle volte in cui le bacerete la figa, lasciate che la vostra lingua riproduca ciò che il vostro dito stava facendo. Scivolate lungo la sua fessura, quindi leccatele le labbra. Baciatela e prendetela tra le labbra e succhiate delicatamente e tirate un po’ . State attenti con i denti. Non piacciono nemmeno lei.

Dovrebbe reagire in qualche modo quando inizierete a leccare la figa. Ancora una volta, prestate attenzione ai suoni e ai suoi movimenti. Sta trattenendo il respiro a volte? Le piace quello che state facendo. Espira rapidamente e bruscamente?

 Se state andando lentamente e vi state concentrando sull’essere gentili, è probabile che vi colpisca un suo punto sensibile. Potrebbe non essere ancora pronta per troppa stimolazione. Prendete appunti e salvate quel posto per dopo.

Dopo aver prestato generosa attenzione alle sue labbra e alla fessura, stuzzicate il suo ingresso con la punta della lingua. Scorrete lentamente su di esso, quindi rapidamente, anche inserendo la punta (solo la punta) dentro di lei. Ma siete ancora in fase di gioco, non fate niente di più. Se sta reagendo bene a questo, allora passiamo al passaggio successivo. Se non reagisce bene a questo, tornate indietro e leggete di nuovo. O non state prendendo il vostro tempo o non siete abbastanza gentili.

Durante uno dei viaggi della lingua tra le sue labbra, cercate di continuare a salire. Quando arrivate in cima, portate di nuovo la lingua in bocca e tornate a baciare. Se sapete dove si trova il suo clitoride, andate avanti e baciatelo molto leggermente, e dopo tutto intorno. Se non sapete dove sia il suo clitoride, allora state per andare a caccia. Nella parte superiore della sua fessura, a volte appena sopra di essa, il clitoride è incastonato nella pelle flaccida. Non è tanto quanto le sue labbra, ma sembrerà diverso. Per chi non lo sapesse il clitoride è realizzato con lo stesso tipo di pelle del vostro pene. Si gonfierà e sporgerà quando sarà eccitato. Pensavate che tutti quei preliminari non servissero a nulla, ma se il clitoride si farà vedere, saprete di aver fatto un buon lavoro.

Usate la lingua intorno ai bordi, ma non ancora sul suo clitoride. Ricordate che il clitoride è sensibile, anche quando è completamente eccitato. Molte donne non possono esercitare una pressione diretta o una forte stimolazione sul clitoride fino a poco prima dell’orgasmo. Dovete lavorarci su. Baciarlo leggermente va bene, anzi dovreste . Lasciate che la vostra lingua ci giochi attorno, facendo dei turbini.

Paragoniamolo ad un pompino, trattate il suo clitoride nel modo in cui la vostra partner gioca con la cappella, usando la lingua. Girateci attorno, leccandolo delicatamente e succhiandolo la parte superiore. Non posso sottolinearlo abbastanza da farvelo entrare nella testa, ma tutto deve essere fatto lentamente! Se state circondando il clitoride con la lingua, è possibile variare la direzione in senso orario o antiorario, disegnando dei vortici. Potete anche mettere in pausa i cerchi e scorrere semplicemente avanti e indietro sopra, e sotto sul lato del clitoride. Va bene se di tanto in tanto lo lasciate completamente e scendete a baciare e leccare la sua fessura. Solo non restate troppo lontano. Questo è ciò per cui avete lavorato.

Un noto comico diceva agli uomini di leccare la figa facendo le lettere dell’alfabeto. Se non avete nessun trucchetto in serbo, va bene anche la sua idea, anche se è una roba puramente per i principianti. Alcune lettere, come A, C, D, G, J, O, S e U, possono darvi un’idea per diversi movimenti. Variate la vostra tecnica. Non fate la stessa cosa per molto tempo,  non più di 30 secondi al massimo! Desensibilizzerete semplicemente quella zona. Se trovate un punto o un metodo su cui reagisce fortemente, ripetetelo per pochi secondi e andate avanti, ma ricordate dove vi trovavate e cosa stavate facendo. Ci torneremo quando sarà più vicina all’orgasmo. Se vi dice vocalmente “non fermarti” o “proprio lì” o “sì!” o qualcosa di simile, state andando alla grande.  Soddisfate la sua richiesta, ma non tergiversate troppo.

Spero che ormai stiate leccando e stuzzicando lentamente per alcuni minuti. Il suo corpo dovrebbe muoversi un po’ e il suo respiro dovrebbe essere più pesante. Il suo clitoride sta diventando più pronunciato? Bene! In caso contrario, pazienza. Alcune donne hanno clitoridi molto timidi che non si notano. Da qualche parte, però, dovreste sentire il tessuto più duro. Non sta rispondendo molto? Provate a usare il dito per un po’ , usando la stessa tecnica di sfiorare leggermente la parte superiore e girarci intorno. Forse la vostra partner ha bisogno di più pressione e stimolazione. Sperimentate con questo, muovete la lingua più forte attraverso il clitoride. Non troppo duramente. Appoggiate la lingua fermamente contro il suo nodo e muovetela avanti e indietro. Mentre attraversate, ci dovrebbe essere solo una leggera resistenza mentre la lingua si blocca sul lato prima di saltar fuori e scivolare. Fatelo ancora lentamente, quasi in modo angosciante. Fate che lei voglia sempre di più prima di darglielo.

Ora potete iniziare a lavorare per  il suo orgasmo. Da quando avete iniziato a baciare i suoi piedi e le gambe fino ad ora, sono passati almeno 10-15 minuti. Se potete essere abbastanza pazienti da giocarci più a lungo, meglio sarà. Idealmente, trascorrete dai 20 ai 30 minuti prima di raggiungere le fasi finali. Lavorate lentamente con la vostra partner fino all’orgasmo e tenerla un po’ sulla corda può portare a un orgasmo molto più forte e più lungo.

Mentre state ancora lentamente giocando con il clitoride usando la lingua, lasciate che il dito torni a scivolare lungo la sua fessura. Usate la sua umidità per giudicare quanto è stimolata. Potete iniziare a stuzzicarla con un dito, lasciando che la punta suoni intorno all’ingresso della sua figa. Iniziate ad aumentare la pressione dalla vostra lingua. Invece di circondare il clitoride, potete iniziare a leccarlo da solo. Prima muovete leggermente la lingua avanti e indietro, lateralmente, su e giù, andando ancora molto piano. Fatelo alcune volte di nuovo. Alternate, prestando attenzione al suo linguaggio del corpo. Trattiene il fiato quando la sfiorate? Il suo corpo si irrigidisce? Entrambi sono buoni segni. Ma possono anche significare che è ancora sensibile lì. In tal caso, indietreggiate per un momento, ma non arrendetevi. Giocateci un altro minuto o due e poi riprovate.

Dovrete imparare da soli come interpretare il suo linguaggio del corpo. Le donne sono simili in molti modi, ma sono anche diverse. Ciò che funziona per la vostra partner potrebbe non funzionare con le altre. Il segreto è imparare a leggerla e cambiare la vostra tecnica per adattarla a lei. Ci vuole pratica, ma questa potrebbe essere la pratica più divertente che voi abbiate mai fatto. “Ehi tesoro, puoi venire in camera da letto? Devo esercitarmi!”

Torniamo al lavoro. Le state dando una stimolazione più diretta al clitoride e lei sta rispondendo bene. La sentite gemere o respirare pesantemente. Potete sentire i muscoli del suo bacino contrarsi e rilasciare. Si sta avvicinando. Ora è il momento di ricordare quei punti che potreste aver toccato in precedenza a cui ha risposto fortemente. Ogni volta che ha espresso la sua approvazione o ha reagito in modo positivo, è necessario stimolare di nuovo quei punti. Fate scivolare il dito dentro di lei. Se sapete dove si trova il suo punto G, iniziate a fare una leggera pressione lì e alternando con un leggero sfregamento. Parleremo di più del punto G un’altra volta.

Usate le vostre labbra per succhiarle il clitoride, se potete. Alcuni clitoridi femminili non si estendono abbastanza, anche se completamente eccitati, per raggiungere questo obiettivo. In tal caso, potete anche rosicchiare, ma con le labbra, non con i denti! Fatelo lentamente e delicatamente. State solo provando qualcosa di diverso per aggiungere un po’ di varietà. Ad alcune donne piace molto, quindi vedete come reagisce. Continuate a variare la tecnica, dalla leccata intorno al clitoride, facendolo scorrere con l’ampio lato della lingua mentre lo accerchiate, e facendo scorrere la lingua su di esso. Mentre lo fate, controllate come reagisce la vostra partner. Qualunque sia la sua reazione più forte, quella sarà la vostra mossa finale. Di solito è la stimolazione diretta proprio sul clitoride che lo farà, ma non sempre. Durante l’accumulo, abbiamo sottolineato di andare piano. Potete finalmente iniziare ad aumentare la velocità. Nelle fasi finali dovreste impiegare 5-10 secondi per circondare il clitoride. Stessa cosa vale per il movimento di  lingua attraverso il clitoride. Quando lo fate per la prima volta, pensate al ritmo di una canzone, armoniosa.

Dove eravamo? Man mano che le cose si accumulano, potete raddoppiare o triplicare la vostra velocità. Quando potete dire dal suo linguaggio del corpo o qualcosa di più sottile come “Cazzo! Sto per venire!” potete accelerare. Non accelerate fino a quando non siete negli ultimi due minuti circa prima dell’apice. Se iniziate troppo presto, perderete il vantaggio che avete costruito.

Quando la vostra partner sarà al limite, spingetela oltre. Ancora una volta, non attaccate con un’unica tecnica, alternate turbinii e movimenti rapidi. La variazione è la chiave, non solo per lei ma anche per voi. Se ci siete stati per 10 o 15 minuti, la lingua potrebbe stancarsi. Variare i movimenti aiuterà la vostra lingua a mantenere il contatto. Un consiglio, non estendetelo troppo. Non provate a scoparvi la figa con la lingua. Non riuscirete davvero molto.  Quindi quando la leccate, tenete la testa lì dentro, proprio vicino a lei. In questo modo la vostra lingua non avrà bisogno di estendersi molto. In effetti, quando state usando la parte piatta della vostra lingua, non avrete bisogno di estenderla affatto. Potete muovere la testa in quel modo invece di muovere sempre la lingua.

Più si avvicina all’orgasmo, più vi concentrerete sullo sfarfallio. Il vostro dito dovrà essere dentro di lei, non forando come il vostro cazzo, ma strofinando l’interno della sua figa. Tenete il palmo della mano alzato con il dito piegato come se steste facendo cenno a qualcuno di venire qui, quindi strofinate quel dito sul tessuto ruvido che troverete sul lato anteriore. Aumentate la pressione lì contemporaneamente fatelo anche con la lingua.  Quando sentirete che il suo corpo è teso, si prepara a trasformarsi in orgasmo. Non lasciatevela scappare da voi. Preparatevi a muovervi con lei. Pianificate in anticipo. Appoggiate i piedi in modo da poter avere un po’ di leva. Quando sarete pronti a farla venire, iniziate a muovere rapidamente la lingua  e con fermezza. Con il dito, premete forte contro la parete della sua figa e strofinate. Potreste sentire una cresta lì. Se lo fate, spostate il dito avanti e indietro sulla cresta. I nervi nella sua figa e il suo punto G saranno tutti legati insieme. Lavorando contemporaneamente il clitoride e il punto G, l’orgasmo sarà più forte.

Dovreste ottenere una forte reazione alla stimolazione. Non mollate immediatamente però. Quando sentirete l’orgasmo incresparsi attraverso di lei, avrete raggiunto l’apice. Ecco perché vi dovevate preparare, così da poter stare con lei. Non smettete di leccare quando la sentirete iniziare a venire. Fermatevi solo quando avrà finito. Lo stesso con il dito. Mentre si abbasserà, rilassatevi, specialmente con la lingua. Può diventare molto sensibile dopo un orgasmo, quindi prestate attenzione. Se salta quando la toccherete, fermatevi. Potete appoggiare la lingua contro il clitoride senza muoverla. Se riesce a tollerare un po’  continuate. Rallentate il dito, ma potete continuare a strofinare lì. Quella non è un’area che diventa sensibile con un orgasmo. In effetti, questa è la chiave per portarla ad un secondo, e ad un terzo ..

Congratulazioni! Avete portato con successo la vostra partner all’orgasmo usando la bocca. Ci sono altre cose da considerare. Lei è una squirter? Volete lavorare per farle avere orgasmi multipli? Volete imparare a darle un orgasmo solo toccando punto il G? C’è sempre altro da imparare.

Di tanto in tanto, focalizzate l’evento solo su di lei. Fatele sapere in anticipo che non ci sono aspettative per voi. Può concentrarsi sul godersi l’orgasmo e non pensare di restituire il favore. Spesso troverete molto piacevole il cazzo dopo il sesso orale. Proprio come la varietà è essenziale durante il sesso orale, è essenziale per la vostra vita sessuale in generale. Se scopate sempre dopo averci giocato un po’ , potrebbe essere distratta e pensare a quello invece di concentrarsi solo sul suo orgasmo. Inoltre, non prendetevela sul personale se si allunga per aiutarvi. Ricordate che lei sa esattamente cosa la fa sentire bene. Guardate cosa fa, e imparate da lei. Coinvolgere un giocattolo può anche essere divertente, che si tratti di un vibratore lungo con cui scoparla o di un piccolo vibratore da usare sul suo clitoride. Dateci dentro!