racconto-bisex-erotico
Racconti Gay & Bisex

Una Lettera da Matilde: Racconto Bisex

Caro Andrea, ho pensato a diverse serie di scenari e voglio condividerli con te. Sono sicura che sarai felice di vedermi dopo oltre un mese di celibato. So che sarò molto entusiasta di vederti anch’io. Potrei non indossare biancheria intima per venirti a prendere all’aeroporto. Penso che indosserò qualcosa di sobrio con solo un pizzico di scollatura. Forse una gonna in modo che io sia più accessibile a te e alle tue mani. Sarò nella mia macchina appena fuori in modo da non dover andare al parcheggio e il mio caro Andrea uscirà dalla porta con la sua enorme quantità di bagagli portati su un carrello in modo che le sue mani siano libere di dare un dolce abbraccio e un bacio succulento alla sottoscritta.

Dopo aver caricato i bagagli, ci accatasteremo e ci scalderemo per qualche minuto nella privacy dell’auto. Le tue labbra saranno così morbide e avrò questa travolgente sensazione di piacere. Sarà quasi troppo bello, poterti toccare dopo così tanto tempo. Sentirò la mia figa inondarsi con il semplice tocco della tua pelle sulla mia. Ti vorrò così tanto, ma il funzionario del traffico aeroportuale continuerà a sventolare quella torcia per farci avanzare e quindi dovremmo partire.

In qualche modo riusciremo a raggiungere l’hotel in cui avrò prenotato con le mie audaci esperienze. Non potrò tenere le mani lontane da te durante il viaggio e baciarti in ogni occasione. Sarà così delizioso. Ti farò scorrere la mia mano sul petto e verso il tuo cazzo. Si ispessirà con il mio tocco e continuerà a diventare più rigido mentre lo strofinerò delicatamente attraverso i pantaloni. Sentirò il calore che emana mentre tu gemerai un po’ . Le tue mani avranno liberato i miei capezzoli dalla mia camicetta e si sporgeranno pronti per essere succhiati. L’aria più fredda li renderà duri come pietre.

Diventeranno ancora più duri quando li lecchi delicatamente e li lasci bagnati. Avrò le gambe divaricate il più largamente possibile dato il fatto che starò guidando e sarò distratta dalla sensazione delle tue dita che si muoveranno delicatamente sulle mie cosce per toccare la mia figa rasata a dovere. Gocciolerò e riprenderò fiato all’improvviso quando le tue dita entreranno in contatto con le mie labbra gonfie. Sarà come una scossa elettrica che farà stare così bene. Sarà come quando mi hai toccato per la prima volta e riuscivo a malapena a tenere gli occhi aperti molto meno concentrati sulla mia guida. Non vorrò assolutamente che tu smetta. Inconsapevolmente tratterrò saldamente il tuo cazzo e riuscirò a sentire la parte anteriore dei jeans inumiditi. Dovrò entrare per ottenere la chiave, perché la tua erezione sarà troppo evidente per avere a che fare con del pubblico. Fortunatamente potremo portare la macchina molto vicino alla porta dell’ascensore che ci porterà al nono piano. Quando girerò la chiave nella serratura, saremo accolti dalla vista di una bomba scarsamente vestita che reggerà un vassoio di bevande.

Sarà molto procace e avrà un corsetto che non coprirà completamente i suoi capezzoli. La sua gonna sarà così corta che potrai vedere la sua figa calva sbirciare fuori. Avrà delle calze a rete da pesca sostenute da un reggicalze. I fianchi saranno ampi e il culo rotondo e pieno. Il suo unico scopo per la notte sarà di farci venire ancora e ancora. Lei sarà il nostro giocattolo del cazzo per fare tutto ciò che vorremo.

Aiuterà il fatto che lei sarà una ninfomane e le piacerà tanto il sesso in tutte le sue forme da non poter passare un giorno senza. In effetti la sua fica sarà così bagnata che starà già gocciolando giù per la gamba con l’anticipazione della nostra festa del sesso.

Dietro di lei, seduto sul bordo della vasca idromassaggio ci sarà un ragazzo completamente nudo. Sarà un personaggio anonimo. Sembrerà essere molto disinibito ma non parlerà molto. Al momento gemerà mentre si scoperà il suo cazzo con la mano molto lubrificata. Non sarà grande come il tuo ma sarà comunque spesso e molto duro.

Starà guardando la tv con attenzione, e mentre i nostri occhi si avvicineranno allo schermo vedremo una giovane ragazza dell’università con una gonna molto corta tirata su fino alla vita, chinata su un uomo completamente vestito su una sedia. L’uomo sembrerà essere un insegnante. Sono per lo più nascosti dietro la sua scrivania mentre la classe piena di studenti proseguirà con il loro lavoro. La ragazza all’inizio sarà molto delicata e quasi scompiglierà di nascosto i pantaloni dell’uomo per liberare un cazzo mastodontico molto duro. Spalancherà gli occhi quando vedrà la sfida davanti a sé ma aprirà coraggiosamente la bocca e leccherà momentaneamente la lunghezza del suo pene con una lingua larga e umida. Quindi indurirà la lingua, si strofinerà la punta intorno alla testa e si abbasserà di nuovo. Solleverà delicatamente le sue palle dai pantaloni e inizierà a bagnarle dolcemente con la lingua.

Mentre io e te guarderemo questa scena molto calda, noterò che la bomba avrà tenuto il passo con il film e ti avrà fatto le stesse cose che la ragazza del film faceva al suo insegnante. Comincerò a guardare il tuo cazzo sporgere dai jeans che verrà risucchiato molto lascivamente da questa donna sexy in ginocchio davanti a te.

Guarderò il film, come te, per vedere che la ragazza starà diventando sempre meno preoccupata di nascondere le sue attività e ora si lamenterà mentre farà muovere freneticamente la testa su e giù sul grosso membro dell’insegnante. L’insegnante avrà la testa ribaltata e starà gemendo e dicendo “Sì -mmm- sei una brava succhiacazzi. -Mmmm- Cazzo- sì- succhia piccola-succhia tutto -prendi tutto -mmm-la tua bocca è così caldo – così bagnato –mmmm- “La classe piena di studenti diventerà irrequieta e vedremo alcuni alunni che inizieranno a spogliarsi o sfregarsi.

Un ragazzo sarà già così eccitato che si inginocchierà dietro la ragazza che stava facendo il pompino e inizierà a lavorare il suo membro nella fica ovviamente molto stretta e molto bagnata della ragazza. Questo la farà gemere ancora di più mentre continuerà a leccare e strofinare il cazzo e le palle in bocca. Estrarrà brevemente i suoi enormi seni interamente dalla parte superiore del vestito per strofinarli e avvolgerli intorno al cazzo del suo insegnante per farli scopare. Gli piacerà vederli e le pizzicherà i capezzoli fino a renderli molto rosa e duri. Le afferrerà i capelli e sarà così eccitato che le spingerà la testa sul suo cazzo come se fosse una figa e inizierà a scoparle forte la bocca.

Il ragazzo dietro di lei risponderà e la scoperanno entrambi. Anche il resto della classe inizierà un’orgia di massa e staranno tutti follemente scopando e saltellando sui loro banchi, sul pavimento e contro il muro. Di nuovo alla cattedra, l’azione sarà molto intensa. La ragazza si masturberà forte e gemendo molto intorno al cazzo che le starà scopando la gola. Altri due ragazzi verranno per masturbarsi mentre guarderanno la ragazza troia scopata così duramente da due cazzi. Il ragazzo dietro di lei accarezzerà e affonderà sempre più velocemente finché non si tirerà fuori per sborrare su tutto il suo piccolo buco del culo rosa.

L’insegnante le afferrerà la testa con entrambe le mani la terrà giù e le sue palle si stringeranno mentre le sparerà direttamente in gola la sborra. Grossi spruzzi le goccioleranno di nuovo attraverso la bocca. Anche gli altri due masturbatori verranno rapidamente sottoposti a questa bocca piena di sperma. Li prenderà uno per uno, masturbandosi mentre succhierà l’altro. Quando finiranno le sborreranno sulle tette grosse.

Tutta questa sensualità sullo schermo verrà intensificata dalla possibilità di guardare la nostra ragazza bomba adorare il tuo cazzo. Ti toccherà, strofinandoti il culo, leccandoti e mordendoti i capezzoli mentre inizierà a farti un pompino fantastico. Ti allatterà come se ti stesse dando da mangiare. A questo punto si toglierà i pantaloni e sfregherà le tette contro le gambe. Giocherà con la figa con una mano e accarezzerà le palle con l’altra. Sarai così eccitato e così vicino a venire. Potrò dirlo dal tuo respiro affannoso e dai tuoi muscoli rigidi. Sarà come se ogni parte del tuo corpo fosse eretta e tutto focalizzato su questa parte centrale del corpo che sarà il tuo strumento, di cazzo palpitante e dolorosamente duro.

Prenderò le tue palline in bocca una ad una, le succhierò delicatamente e le farò rotolare dentro, poi entrambe contemporaneamente. Comincerò a leccare la base del tuo membro mentre la ragazza sarà occupata con la testa e poi entrambe inizieremo a leccare su e giù per la lunghezza. Ci baceremo e giocheremo anche con le lingue, ma poi riprenderemo a scopare il tuo cazzo con entrambe le nostre bocche. La vista di due ragazze sul tuo cazzo sarà abbastanza per metterti al limite. Poco prima di venire mi lamenterò così forte che potrò sentire le vibrazioni della tua voce sulla mia lingua. Inizierai a sparare direttamente nella bocca della ragazza, facendo involontariamente strappare il tuo cazzo in gola che sarà spalancato per te. Il tuo sperma coprirà il tuo pene e la ragazza lo leccherà.

La stanza sarà piena dell’odore di sesso mentre il calore salirà dai nostri quattro corpi. Ti bacerò mentre la ragazza finirà di spogliarti. Sarai sfinito per i tuoi sforzi eiaculatori e avrai bisogno di rilassarti nella vasca idromassaggio. Il ragazzo ti farà un cenno e andrai ad immergerti nell’acqua calda e vorticosa di fronte a me e alla ragazza. Il ragazzo si siederà sul bordo della vasca dietro di te e inizierà a massaggiare il collo e le spalle.

Sarò ancora vestita, ma la ragazza sarà lì a facilitare la mia nudità. Comincerà a baciarmi e farà correre le sue mani su e giù ai lati del mio corpo. Risponderò al suo tocco e sarò molto eccitata da tutto il sesso finora. Mi passerò le dita tra i capelli e poi la solleverò mentre mi mordicchierà e mi succhierà molto dolcemente l’orecchio. La mia parte superiore verrà sbottonata allo stesso tempo e sentirò che il mio seno verrà sollevato a metà, fuori dal reggiseno a mensola. Si farà strada fino alle mie tette con la bocca e mi leccherà delicatamente i capezzoli mentre prederà le mie tette tra le mani, massaggiandole teneramente. Lei leccherà  e succhierà e io chinerò la testa in giù e la raggiungerò con la bocca, condividendo le nostre lingue sul mio capezzolo.

Questo renderà i miei capezzoli così bagnati e duri. Bruceranno con la necessità di molto altro. La mia schiena sarà arcuata per offrire le mie tette il più possibile. Con le spalle indietro, scivolerò nella parte superiore del pavimento e in quel momento libererò una mano dal mio busto sporgente per spingere la gonna verso il basso. Cadrà sulle mie caviglie. Le afferrerò il culo da troia e la attirerò verso di me mentre mi premerà sulla coscia con la mia figa scivolosa. Succhierò follemente i suoi seni sporgenti e la sua testa ricadrà indietro. Solleverò la gonna e sentirò il suo culo cremoso sotto le mie mani. Le dividerò le guance, le verserò un po’ di lubrificante e farò scorrere la mia mano su e giù per la sua fessura avvicinandola ancora a me. Il mio dito troverà il suo clitoride e lo spingerò facendola gemere. Si farà avanti per far scivolare la sua fica su e giù per me, mi spingerà il culo indietro per incontrare le mie dita al suo ingresso anale. Mi lubrificherà il culo e procederà a farmi la stessa cosa e presto ci stringeremo entrambe le guance del culo, spalancandole per te e il ragazzo per farvi vedere mentre massaggeremo le reciproche fessure mescolando le fighe, strofinandole. I suoni sdrucciolevoli che sgorgheranno saranno solo soffocati dai nostri piagnucoloni urgenti e ansimanti. Il respiro della ragazza diventerà molto irregolare e farà dei movimenti bruschi a scatti con i fianchi e tireranno il mio clitoride nella sua figa mentre scoperà duro contro di me. Lei ansimerà e mi chiederà di scopare senza freno.

Le farò scivolare due dita nel culo e sarà tesa per l’eccitazione. Sentirò le contrazioni della sua figa. Dovrò sentirla più da vicino e spingere due dita dell’altra mano nella sua fica. Abbandonerà qualsiasi inibizione che avrà mai avuto e verrà forte sulla mia mano. Grugnirà “Vaffanculo … Vaffanculo … uunngh … piccola fottimi” Quando il suo orgasmo si placherà in piagnistei districherà attentamente le mie mani e mi condurrà verso un asciugamano e dei cuscini stesi davanti a voi ragazzi all’idromassaggio.

Mi distenderò dolcemente per una seria leccata. Sarò surriscaldata come un matta ma riuscirò a calmarmi abbastanza da permetterle di ricominciare lentamente prestando di nuovo l’attenzione alla mia scollatura. Le mie tette saranno lisce con la sua saliva, e i miei capezzoli si induriranno intensamente nell’aria fresca. Non penserà che siano abbastanza lucide, e verserà del lubrificante su di loro. Mi lamenterò mentre massaggerà e farà scivolare le sue mani su e giù per il mio busto, modificando e sfregando i miei capezzoli. Facendo ancora scivolare le mani su di me, sposterà la testa sul mio tumulo. Bacerà e leccherà la  parte superiore senza avvicinarsi al mio clitoride. Bacerà dolcemente le labbra esterne toccandole appena ma il suo respiro caldo mi farà impazzire. Con la lingua rilassata e piatta mi leccherà lentamente dove la mia gamba interna incontra le mie labbra esterne.

Spingerò la mia fica, comincerò a sentire così caldo che riuscirò a malapena a sopportarlo. Non mi consentirà un maggiore accesso alla sua lingua ma si allontanerà leggermente, stuzzicandomi ulteriormente. Avrà completamente inzuppato un lato delle mie labbra esterne e si sposterà dall’altro lato. Prenderà le labbra gonfie nella sua bocca una per una e farà scorrere la lingua su e giù dai lati esterni e poi dai lati interni. La mia fica sarà così gonfia a questo punto che riuscirà a malapena ad adattare le labbra alla sua bocca e il mio clitoride sarà così eretto che sarà sempre più difficile per lei evitarlo. Dopo quella che sembrerà un’eternità, allontanerà un po’ la bocca, irrigidirà la lingua e di nuovo mi sfiorerà a malapena con la sua lingua nel mezzo della mia fessura. Lo farà circa quattro volte e ogni volta mi verrà un brivido di frustrazione e anticipazione. La quinta volta, prenderà le sue mani e allargherà la mia figa più larga che può.

Il mio clitoride sarà in fiamme mentre procederà di nuovo a farà scappare la lingua verso il clitoride molto lentamente e a malapena toccherà con una lingua semi dura. Poi, quando sarà quasi più di quanto io possa sopportare, rilasserà la lingua e mi leccherà di nuovo, questa volta spingendo un po’ . Gemerò rumorosamente, per il sollievo e la tensione e poiché il mio corpo vorrà quella lingua così tanto, la implorerò. Ripeterà questa azione molto lentamente e ogni volta spingerà un po’ più in basso con la testa fino a quando la pressione e la rapidità saranno giuste. Starò davvero gemendo e allargando le gambe il più possibile. Sarà così fottutamente bello avere questa puttana sfacciata che mi lecca la figa.

Mi permetterà di tenere aperte le mie gambe mentre mi separerà le guance del culo e restituirà una mano alla mia crepa lubrificata. Ci saranno diversi vibratori a portata di mano e lei ne afferrerà uno piuttosto largo con l’altra mano. Accenderà il vibratore su un’impostazione media, lo posizionerà alla bocca della mia figa. Sarà molto spesso e dovrà essere lavorato lentamente anche se la mia fica sarà bagnata. Presterà attenzione a tutta la mia regione genitale, sarà la sensazione più sorprendente, come se il resto del mio corpo non esistesse.

Adorerò avere il suo dito che si spinge ritmicamente e leggermente nel mio culo, facendole scopare la mia fica con quell’ampio cazzo vibrante e leccare il mio clitoride così dolcemente allo stesso tempo. Ogni muscolo del mio corpo sarà teso e io sarò così pronta. A questo punto arrotolerà la lingua in un tubo e inizierà a usarla come una piccola vagina per scopare il mio clitoride estremamente eretto. Dentro e fuori. Vorrò consumarla interamente nella mia fica e pregherò di succhiare il mio clitoride, succhiarlo e scoparmi più forte in entrambi i miei buchi. Ne avrò bisogno ”fanculo stretto culo – succhia la mia fica -ancora- mmmm- molto bene- continua a succhiare piccola! Sì- infila quel dito – per quanto puoi- su il mio culo piccola-mmmm- è  così bello-ora più veloce -continua così, non fermarti- sto venendo. Sto venendo- sto venendo” sarà così fottutamente bello, esploderò in ondate di contrazioni che continueranno all’infinito. Sussulterò e riuscirò a malapena a tenere delle grida.Con la vista di voi due seduti sul bordo della vasca idromassaggio con i vostri cazzi estremamente rigidi.

Continua…

(Devo andare al mio corso di pittura, quindi ti leccherò più tardi.)

Con amore Matilde